Press Release

20181003 – Festival for the Earth 2018 to launch III Edition in Venice 3-4 December – press release final

PRESS RELEASE
Festival for the Earth returns to Venice on December 3-4, 2018
 Prince Albert II of Monaco Foundation, the UN’s Intergovernmental Panel on Climate Change
(IPCC), CMCC Foundation – Euro-Mediterranean Center on Climate Change (CMCC),
Oceanographic Museum of Monaco and the Botanical Garden of Padua partnering with the
Festival’s 3rd edition, co-produced by MRB Art and Ca’ Foscari University Venice
 HSH Prince Albert II of Monaco and IPCC Vice-Chair Youba Sokona to give opening speech at
the Festival
 Top climatologist Nigel Tapper to contribute his views to the Festival’s 2018 edition
 Winning project of the Best Climate Solutions Award 2018 to be revealed at Festival’s gala
dinner
 National Geographic, Radio Monte Carlo, ANSA, and LifeGate are 2018 media partners
Monaco, 04 October 2018 – Festival for the Earth comes back to the most famous lagoon in the world for its
2018 edition, with a wide range of conferences, workshops, artist talks and events to be held in different
locations around Venice on December 3 and 4. In its third edition, however, the Festival will also expand its
reach to the Botanical Garden of Padua, one of the most ancient and beautiful in the world, which will host
film projections and discussions at its Auditorium.
Once again, Festival’s guest speakers will come from the top of the academia and professional world (Nobel,
Pulitzer and Goldman Prize Winners will join us in Venice), but also members of influential international
organizations. We are honored to announce that HSH Prince Albert II of Monaco and Mr. Youba Sokona,
UN’s Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) Vice-Chair will give the opening speeches of the
Festival, followed among others by world renowned climatologist Nigel Tapper, who contributed to the IPCC
study that resulted in the joint award of the Nobel Prize to Al Gore and the IPCC, by Pulitzer Prize Daniel
Fagin and by Goldman Prize Rossano Ercolini.
OUR PARTNERS
In its third year of replica, Festival for the Earth 2018 can count on the strength of new academic and
strategic partnerships thanks to which the event has grown and developed over the years.
 Ca’ Foscari University of Venice – Italy: host of the first edition of the Festival in Venice, the University
is home to internationally renowned research centers and scholars in the field of environmental studies
and climate change.
 Prince Albert II of Monaco Foundation – Monaco: since June 2006, the Prince Albert II of Monaco
Foundation works for the protection of the environment and the promotion of sustainable development.
The Prince Albert Foundation is a partner of Festival for the Earth.
 CMCC Foundation – Euro-Mediterranean Center on Climate Change (CMCC) – Italy: CMCC is a noprofit
research organization that conducts and promotes scientific and applied activities within the scope
of international climate change research. The specific objective of these research studies is to provide
scientifically reliable, rigorous and updated results that will help to investigate, understand and represent
the interactions between the climate system, the marine and terrestrial ecosystems, and society.
 Oceanographic Museum – Monaco: built on the side of the mythical Rock of Monaco, the
Oceanographic Museum has been watching over the oceans for over a century. Founded by the Prince
Albert I, great grandfather of H.S.H. Prince Albert II, it was designed as a Palace entirely dedicated to Art
and Science. Towering 85 m. above the waves, it offers a dazzling dive in search of over 6,000
specimens and stands as a place for discussions and culture, for sharing experiences regarding the
protection of the ocean, the common heritage of humankind. From its aquariums to its historical
collections, the Institute offers a unique opportunity to learn to understand, love and protect the
ocean. Faithful to the vision of its Founder «to gather together in a common eclat the two driving forces
of civilization: Art and Science», the Oceanographic Museum opens its doors to contemporary art and
hosts major exhibitions. The Oceanographic Museum hosted the 2017 edition of Festival for the Earth.
 Museum of Natural History of Venice – Italy: set up in 1923 to house the most important scientific
collections of that time, the Natural History Museum of Venice is one of the 11 venues managed by the
Fondazione Musei Civici di Venezia. Over time, this material was added to make up the present rich,
varied and fragile collection that spans 700 million years, with 2 million finds, zoological, entomological
and botanical collections, fossils, as well as ethnographic collections and a library with over 40 thousand
volumes. The Museum is primarily a scientific research organization, recognized by the Italian Ministry of
Education, University & Research. Thanks to its important scientific collections, scientific library and to
the expertise of the staff, the Museum carries out systematic research in the field of biology and ecology
of the Lagoon of Venice and local environment.
 University of Padua – Italy: through its project “UniPadova Sostenibile”, a container and catalyst of
initiatives for a sustainable future, the University of Padua involves the entire university community in
designing, developing and implementing good practices to protect the environment and human rights,
and in transferring and disseminating such practices within the university and to the outside world.
 The Botanical Garden of the University of Padova – Italy: it is the world’s oldest university garden of
its kind, founded in 1545 so that students could research and recognize medicinal plants, known as
“simples”. Always a place of research, culture and education, the Botanical Garden of the University of
Padua was recognized in 1997 as a UNESCO World Heritage Site. Today it has more than 3500
species, five large greenhouses and an exhibition dedicated to the relationships between plants, man
and the environment. In 2017 it welcomed 180,000 visitors from all over the world.
With the participation of the:
 Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) – Switzerland: The Intergovernmental Panel on
Climate Change (IPCC) is the UN body for assessing the science related to climate change. It was established
by the United Nations Environment Programme (UN Environment) and the World Meteorological
Organization (WMO) in 1988 to provide policymakers with regular scientific assessments concerning
climate change, its implications and potential future risks, and to put forward adaptation and mitigation
options. It has 195 member states. IPCC reports are drafted and reviewed in several stages, thus guaranteeing
objectivity and transparency. IPCC assessments provide governments, at all levels, with scientific
information that they can use to develop climate policies and are a key input into the international negotiations
to tackle climate change.
OUR MISSION
Thanks to its new strategic partners, Festival for the Earth feels confortable to fulfill its mission and many
objectives intending to:
 spread the word about climate change being AN ENORMOUS BUSINESS OPPORTUNITY for the
future
 accelerate the TRANSITION FROM THEORY TO PRACTICE, through promoting & facilitating network
opportunities among people who are making a difference, providing an environment for accelerating
climate-friendly initiatives; also connecting universities (THINKERS), innovative companies
(ENTREPRENEURS) and the general public (CITIZENS / CONSUMERS) in an ideal triangle, facilitating
the development of large start-up incubator/s
 contribute to the development of an ENVIRONMENTAL CULTURE in future generations, via
spreading positive and constructive messages to the general public, and informing and training people in
relations to the opportunities opened by the environmental emergency. Festival for the Earth has closed
many partnerships with schools and universities for their students to participate to the Festival’s
sessions.
 develop NEW BUSINESS IDEAS WORLDWIDE. The Festival is promoting winning solutions coming
from the prestigious Best Climate Solutions Award, launched in April 2018 and co-sponsored by the
Euro-Mediterranean Center on Climate Change and the Festival for the Earth with focus on
“Communicating climate change threats and opportunities”. The author of the winning project will be
invited to present his/her proposal during a high-profile gala event featuring among the guests Nobel,
Pulitzer, and Goldman Prize winners (keynote speakers at Festival for the Earth), and will receive a prize
of several thousand euros.
AN OUTSTANDING MAIN SPONSOR – VENINI S.P.A.
Festival for the Earth is honored to have Venini S.p.A. as main sponsor of the most important artistic
installation of the Festival. Founded in 1921 by Paolo Venini, a Milanese lawyer, and Giacomo Cappellin, a
Venetian antiques dealer, Venini SpA is a model of excellence in the world of artistic glass. Venini boasts an
unmatched colour palette: the Venini furnace is, in fact, the only one capable of producing 125 colours of
glass. Creations bearing the Venini signature have become part of the permanent collections of museums of
such calibre as the Metropolitan Museum and MoMA in New York, the Fondation Cartier in Paris, and the
Victoria and Albert Museum in London. Since 2016, the Damiani family (owners of the homonymous
international luxury jewellery brand), have held the controlling interest in Venini S.p.A.
OUR MEDIA PARTNERS
In order to give maximum visibility to its many guests and initiatives, in 2018 Festival for the Earth has
partnered with major Italian and international media players. Radio Monte Carlo will be the Festival’s official
radio, while Italy’s main news agency ANSA, which shares the interest in the topics dealt with, will
collaborate with the Festival. Also LifeGate, Italy’s leading point of reference for sustainability issues with a
community of six million people, promoting sustainable lifestyles, is partnering with the Festival. We are
honored to announce an important collaboration with National Geographic, one of the major international
companies involved in research and conservation of the planet and in scientific dissemination. The event will
also be covered and disseminated through the main media in the art sector such as magazines Il Giornale
delle Fondazioni, Espoarte and Artribune and the art & science web portal Noema. All our media
partners share our concerns for the future of our planet and the desire for a quest for different
solutions.
ABOUT FESTIVAL FOR THE EARTH
Festival for the Earth is a 2-day international gathering aiming to propose to broader audiences possibilities of
transformations, reflections and alternative modalities to reframe environmental issues. Knowledge access and
information flows are highly important as actual environmental emergencies urge a radical change of perspective and
practices. To this end the Festival for the Earth is conceived by the artist Maria Rebecca Ballestra as an art project for
social transformation that aims to instigate creativeness directed at positive transformation processes in science,
humanities, economy, ecology and art. The conference’s location is alternating between Venice and the Principality of
Monaco, two cities that are already linked by strong historical ties, two symbolic places where the relationship between
“water” and land (characterized by its scarcity) has shaped both the minds of their citizens and their history. In
December 2018 the Festival’s third edition will return to Venice and will be hosted in the prestigious locations of Ca’
Foscari University Venice, Ateneo Veneto, the Natural History Museum of Venice and the Botanical Garden of Padova.
For more information about the Festival and requests of interviews:
Stefania Pensabene
+39 335 724 94 29
press@festivalfortheearth.com
www.festivalfortheearth.com
twitter: @Ffortheearth – istagram: ffortheearth – facebook: Festivalfortheearth

Download PDF

Comunicato Stampa

Il Festival per la Terra torna a Venezia il 3-4 dicembre 2018
• Fondazione Principe Alberto II di Monaco, Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico
(IPCC) dell’Onu, Fondazione CMCC – Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici
(CMCC), Museo oceanografico di Monaco e Orto botanico di Padova sono i partner della 3a
edizione del Festival, co-prodotto da MRB Art e Università Ca’ Foscari Venezia
• SAS il Principe Alberto II di Monaco e il Vice-presidente dell’IPCC Youba Sokona terranno i
discorsi di apertura
• Il noto climatologo Nigel Tapper contribuirà come keynote speaker all’edizione 2018 del Festival
• Il progetto vincitore del Best Climate Solutions Award 2018 sarà premiato alla cena di gala del
Festival
• National Geographic, Radio Monte Carlo, ANSA e LifeGate media partner 2018
Monaco, 04 ottobre 2018 – Il Festival per la Terra/Festival for the Earth torna nella laguna più famosa del
mondo per la sua edizione 2018, con una vasta gamma di conferenze, workshop, incontri con artisti ed
eventi che si terranno in diverse località a Venezia e dintorni il 3 e 4 dicembre prossimi. Alla sua terza
edizione il Festival programmerà eventi anche presso il prestigioso Orto Botanico di Padova, uno dei più
antichi e suggestivi del mondo: nell’Auditorium saranno ospitate proiezioni cinematografiche e discussioni.
Ancora una volta, i relatori del Festival saranno eccellenze del mondo accademico e professionale (vincitori
di premi Nobel, Pulitzer e Goldman), ma anche membri di influenti organizzazioni internazionali. Siamo
onorati di annunciare che il Principe Alberto II di Monaco e Mr. Youba Sokona, Vice-presidente del
Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) dell’ONU, terranno i discorsi di apertura del
Festival, seguiti tra gli altri dal climatologo di fama mondiale Nigel Tapper, che ha contribuito allo studio
dell’IPCC che ha portato alla consegna del Premio Nobel per la pace ad Al Gore e all’IPCC, dal Premio
Pulitzer Daniel Fagin e dal Premio Goldman Rossano Ercolini.
I NOSTRI PARTNER
Nel suo terzo anno di vita, il Festival per la Terra può contare sulla forza di nuove partnership accademiche
e strategiche grazie alle quali l’evento è cresciuto e si è sviluppato nel corso degli anni.
? Università Ca ‘Foscari di Venezia – Italia: ospite della prima edizione del Festival a Venezia, l’Ateneo è
sede di centri di ricerca e studiosi di fama internazionale nell’ambito degli studi ambientali e dei
cambiamenti climatici.
? Fondazione Principe Alberto II di Monaco – Principato di Monaco: dal giugno 2006 la Fondazione
Principe Alberto II di Monaco lavora per la protezione dell’ambiente e la promozione dello sviluppo
sostenibile.
? Fondazione CMCC – Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) – Italia: è
un’organizzazione di ricerca no-profit che svolge e promuove attività scientifiche e applicate nell’ambito
della ricerca internazionale sui cambiamenti climatici. L’obiettivo è fornire risultati scientificamente
affidabili, rigorosi e aggiornati, utili a indagare, comprendere e rappresentare le interazioni tra il sistema
climatico, gli ecosistemi marini e terrestri e la società.
? Museo Oceanografico – Principato di Monaco: costruito sul lato della mitica Roccia di Monaco, il
Museo Oceanografico ha sorvegliato gli oceani per oltre un secolo. Fondato dal principe Alberto I,
bisnonno di SAS Principe Alberto II, fu progettato come un palazzo interamente dedicato all’arte e alla
scienza. Ottantacinque metri al di sopra delle onde, il Museo offre un’immersione incredibile alla ricerca
di oltre 6.000 esemplari e si pone come luogo di discussione e cultura, per condividere esperienze
riguardanti la protezione dell’oceano, patrimonio comune dell’umanità. Dai suoi acquari alle sue
collezioni storiche, l’Istituto offre un’opportunità unica per imparare a capire, amare e proteggere
l’oceano. Fedele alla visione del suo fondatore «riunire in una comune rappresentazione le due forze
trainanti della civiltà: Arte e Scienza», il Museo Oceanografico apre le sue porte all’arte contemporanea
e ospita importanti mostre. Il Museo Oceanografico ha ospitato l’edizione 2017 di Festival for the Earth.
? Museo di Storia Naturale di Venezia – Italia: istituito nel 1923 per ospitare le più importanti collezioni
scientifiche dell’epoca, il Museo di Storia Naturale di Venezia è uno degli 11 siti gestiti dalla Fondazione
Musei Civici di Venezia. Nel tempo, questo materiale si è ampliato fino a costituire l’attuale collezione
ricca, varia e fragile che copre 700 milioni di anni, con 2 milioni di reperti, collezioni zoologiche,
entomologiche e botaniche, fossili, oltre a collezioni etnografiche e una biblioteca con oltre 40 mila
volumi. Il Museo è principalmente un organismo di ricerca scientifica, riconosciuto dal Ministero
dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Grazie alle sue importanti collezioni scientifiche, alla
biblioteca scientifica e alle competenze dello staff, il Museo svolge ricerche sistematiche nel campo della
biologia e dell’ecologia della Laguna di Venezia e dell’ambiente locale.
? Università di Padova – Italia: L’Università di Padova, attraverso il progetto “UniPadova Sostenibile”,
contenitore e catalizzatore di iniziative finalizzate alla sostenibilità, coinvolge l’intera comunità
universitaria nell’ideazione, lo sviluppo e l’implementazione di buone pratiche a tutela dell’ambiente e dei
diritti umani, e il loro trasferimento e divulgazione all’interno dell’ateneo e all’esterno, sul territorio.
? Orto Botanico dell’Università di Padova – Italia: è il più antico orto botanico universitario al mondo. Fu
fondato nel 1545 come “Horto medicinale”, perché al suo interno venissero coltivate piante medicinali a
fini scientifici e didattici. Da sempre luogo di ricerca, cultura e didattica, l’Orto botanico dell’Università di
Padova è stato riconosciuto nel 1997 Patrimonio Mondiale Unesco. Oggi conta più di 3500 specie,
cinque grandi serre e un percorso espositivo dedicato ai rapporti tra piante, uomo e ambiente. Nel 2017
ha accolto 180.000 visitatori da tutto il mondo.
Con la partecipazione di:
? Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) – Svizzera: il comitato intergovernativo
di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) è l’organismo delle Nazioni Unite per la valutazione delle
scienze legate al cambiamento climatico. È stato istituito dal Programma delle Nazioni Unite per
l’ambiente (UN Environment) e dall’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) nel 1988 per fornire
ai responsabili delle politiche valutazioni scientifiche sul cambiamento climatico, le sue implicazioni e
potenziali rischi futuri e proporre opzioni di adattamento e mitigazione. Ha 195 stati membri. Le relazioni
dell’IPCC sono redatte e riviste in più fasi, garantendo così obiettività e trasparenza. Le valutazioni
dell’IPCC forniscono ai governi, a tutti i livelli, informazioni scientifiche che possono essere utilizzate per
sviluppare le politiche climatiche e costituiscono un input fondamentale dei negoziati internazionali su
come affrontare il cambiamento climatico.
LA NOSTRA MISSION
Grazie ai suoi nuovi partner strategici, il Festival per la Terra conta di realizzare la sua missione e i suoi molti
obiettivi intesi a:
? “diffondere il messaggio” che il cambiamento climatico è UNA ENORME OPPORTUNITÀ DI
BUSINESS per il futuro di tutti
? accelerare la TRANSIZIONE DALLA TEORIA ALLA PRATICA, promuovendo e facilitando le
opportunità di network tra le persone che stanno facendo la differenza, fornendo un ambiente favorevole
ad accelerare le iniziative a favore del clima; collegando università (THINKERS), aziende innovative
(IMPRENDITORI) e il pubblico in generale (CITTADINI / CONSUMATORI) in un triangolo ideale,
facilitando lo sviluppo di grandi incubatori di start-up
? contribuire allo sviluppo di una CULTURA AMBIENTALE nelle generazioni future, diffondendo
messaggi positivi e costruttivi al grande pubblico, informando e formando le persone sulle opportunità
aperte dall’emergenza ambientale. Festival for the Earth ha firmato a questo scopo molte partnership
con scuole e università per far partecipare gli studenti alle sessioni del Festival.
? sviluppare NUOVE IDEE DI BUSINESS IN TUTTO IL MONDO. Il Festival promuove soluzioni vincenti
provenienti dal prestigioso Best Climate Solutions Award, lanciato nell’aprile 2018 e co-sponsorizzato
dal Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici e dal Festival per la Terra, con particolare
attenzione a “Comunicare minacce e opportunità per il cambiamento climatico”. L’autore del progetto
vincitore presenterà la sua proposta durante un evento di gala di alto profilo a cui saranno presenti premi
Nobel, Pulitzer e Goldman (relatori del Festival), e riceverà un premio di diverse migliaia di euro.
UN MAIN SPONSOR D’ECCEZIONE – VENINI S.p.A.
Il Festival per la Terra è onorato di avere Venini S.p.A. come main sponsor della principale installazione
artistica del Festival. Fondata nel 1921 dall’avvocato milanese Paolo Venini e dall’antiquario veneziano
Giacomo Cappellin, la Venini S.p.A. è un nome di riferimento nel mondo del vetro artistico. Venini vanta una
palette cromatica senza eguali: la fornace di Venini è infatti l’unica in grado di realizzare 125 colorazioni di
vetro. Le creazioni firmate Venini fanno parte delle collezioni permanenti del Metropolitan Museum e del
MOMA di New York, della Fondazione Cartier di Parigi, del Victoria and Albert Museum di Londra. Dal 2016
la società è controllata dalla famiglia Damiani, già a capo dell’omonimo brand internazionale di alta
gioielleria.
I NOSTRI MEDIA PARTNER
Per dare la massima visibilità ai suoi numerosi ospiti e iniziative, nel 2018 il Festival per la Terra ha
realizzato partnership con i principali media italiani e internazionali. Radio Monte Carlo sarà la radio ufficiale
del Festival, mentre l’agenzia di stampa italiana ANSA, che condivide l’interesse per le tematiche trattate,
collaborerà con il Festival. Anche LifeGate il principale punto di riferimento in Italia per i temi della
sostenibilità, che promuove stili di vita sostenibili e conta su una community di sei milioni di persone, sta
collaborando con il Festival. Siamo onorati di annunciare un’importante collaborazione con National
Geographic, una delle maggiori realtà internazionali impegnate nella ricerca e nella conservazione del
pianeta e nella divulgazione scientifica. L’evento sarà inoltre seguito e veicolato tramite i principali media del
settore dell’arte quali le riviste Il Giornale delle Fondazioni, Espoarte e Artribune e il portale di arte &
scienza Noema. Tutti i nostri media partner condividono le preoccupazioni per il futuro del nostro
pianeta e il desiderio di una ricerca di soluzioni diverse e sostenibili.
IL FESTIVAL PER LA TERRA
Il Festival per la Terra è un incontro internazionale di due giorni volto a proporre a un pubblico più vasto possibilità di
trasformazioni, riflessioni e modalità alternative per riformulare le questioni ambientali. L’accesso alla conoscenza e i
flussi di informazioni sono molto importanti in quanto le attuali emergenze ambientali sollecitano un cambiamento
radicale di prospettiva e pratiche. A tal fine il Festival per la Terra è stato concepito dall’artista e ideatrice Maria
Rebecca Ballestra, come un progetto artistico per la trasformazione sociale che mira a istigare la creatività diretta a
processi di trasformazione positivi nella scienza, nelle discipline umanistiche, nell’economia, nell’ecologia e nell’arte.
La sede della conferenza si alterna tra Venezia e il Principato di Monaco, due città già legate da forti legami storici, due
luoghi simbolici in cui il rapporto tra “acqua” e terra (caratterizzato dalla sua scarsità) ha modellato le menti dei loro
cittadini e la loro storia. A dicembre 2018 la terza edizione del Festival tornerà a Venezia e sarà ospitata nelle
prestigiose sedi dell’Università Ca’ Foscari, dell’Ateneo Veneto, del Museo di Storia Naturale di Venezia e dell’Orto
Botanico di Padova.
Per maggiori informazioni sul Festival e richieste di interviste:
Stefania Pensabene
+ 39 335 724 94 29
press@festivalfortheearth.com
www.festivalfortheearth.com
twitter: @Ffortheearth – istagram: ffortheearth – facebook: Festivalfortheearth

Scarica il PDF